Modifiche al Dlgs 81/2008 - Introdotte dal Decreto "Semplificazioni"

Modifiche al Dlgs 81/2008 - Testo Unico Sicurezza sul Lavoro
Mercoledì, 30 Settembre, 2015

Con la pubblicazione del Dlgs 14 settembre 2015, n.151 cosidetto Decreto “Semplificazioni” sono state apportate, con le disposizioni di cui agli artt. 20 e 21 alcune modifiche al Dlgs 81/2008.

L’entrata in vigore del nuovo provvedimento è a far data dal 24 settembre 2015.

Di seguito si evidenziano le principali novità, riassumendo nella successiva tabella 1 le modifiche più significative.

1) E’ stato modificato l’art. 55 del D.Lgs. n.81/2008, con il nuovo comma 6-bis, in base al quale in caso di violazione delle disposizioni previste dall’art. 18, c. 1, lettera g), in materia di visite mediche, e dall'art. 37, c. 1, 7, 9 e 10, in materia di formazione obbligatoria delle figure della prevenzione, se la violazione si riferisce a più di cinque lavoratori gli importi della sanzione sono raddoppiati mentre se si riferisce a più di dieci lavoratori gli importi della sanzione sono addirittura triplicati. Per quanto riguarda le figure della prevenzione coinvolte, si tratta di lavoratori, dirigenti, preposti, addetti alle emergenze (incaricati dell’attività di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave ed immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell’emergenza) e del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (art. 37, c. 1, 7, 9 e 10, D.Lgs. n.81/2008).

2) Valutazione dei rischi interattiva e nuovi strumenti per il Datore di Lavoro.

Nell’art. 28 del D.Lgs. n. 81/2008, è stato inserito un altro comma ancora, il 3-ter, il quale stabilisce che l’Inail, anche in collaborazione con le aziende sanitarie locali per il tramite del Coordinamento tecnico delle Regioni e gli organismi paritetici abilitati (art. 2, c. 1, lett. ee), rende disponibili al datore di lavoro strumenti tecnici e specialistici per la riduzione dei livelli di rischio.

L’altra modifica, invece, riguarda l’art. 29 del D.Lgs. n. 81/2008, dove è stato sostituito il comma 6- quater, che ora stabilisce che con decreto del Ministro del lavoro, da adottarsi previo parere della Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro, sono individuati strumenti di supporto per la valutazione dei rischi di cui agli articoli 17, 28, tra i quali gli strumenti informatizzati secondo il prototipo europeo OIRA (Online Interactive Risk Assessment); tale innovazione normativa appare molto significativa in quanto è un nuovo passo in avanti verso il miglioramento delle metodologie di valutazione dei rischi.

Lavoro Accessorio

Art. 3 c.8.

Ai presentatori di lavoro accessorio occupati da imprese e professionisti si applica il D.Lgs. n. 81/2008 e le altre norme in materia di sicurezza.

Negli altri casi si applica il regime di tutela più limitato già previsto per i lavoratori autonomi dall’art. 21 del D.Lgs, n. 81/2008.

Continuavano ad essere esclusi i lavoratori che effettuano i piccoli lavori domestici a carattere straordinario, compresi l’insegnamento privato supplementare e l’assistenza domiciliare ai bambini, agli anziani, agli ammalati e ai disabili.

Strumenti per la valutazione dei rischi

Art.28       c.3-ter

Incentivata l’attività dell’Inail a sostegno dei datori di lavoro per quanto riguarda gli strumenti tecnici e specialistici per la riduzione dei livelli di rischio.

Online Interactive Risck Assessment

Art. 29 – c.6-quater

Con decreto del Ministro del lavoro e P.S. delle politiche sociali sono individuati strumenti di supporto per la valutazione dei rischi di cui agli art. 17,28 e 29 , tra i quali gli strumenti informatizzati secondo il prototipo europeo OIRA (online Interactive Risk Assessment).

Antincendio, primo soccorso ed evacuazione

Art. 34

Consentito lo svolgimento diretto del datore di lavoro dei compiti antincendio, primo soccorso ed evacuazione anche per imprese che hanno più di 5 lavoratori.

Registro degli Infortuni

Art. 53 c.6

Soppressa la norma che subordinava la soppressione del registro degli infortuni all’emanazione del decreto sul SINP.

A decorrere dal novantesimo giorno successivo alla data di entrata in vigore del decreto “semplificazioni” è abolito l’obbligo di tenuta del registro infortuni (art.21, c.4)

Visite Mediche e Formazione delle figure della prevenzione

Art. 55    c.6.-bis

Introdotto un nuovo meccanismo sanzionatorio a “soglie”

In caso di violazione delle disposizioni previste dall’art. 18, c.1, lett.g) (visite mediche obbligatorie) e dall’articolo 37, commi 1,7,9 e 10 (formazione dei lavoratori, dirigenti, preposti, addetti alle emergenze e RLS), se la violazione si riferisce a più di cinque lavoratori gli importi della sanzione sono raddoppiati, se la violazione si riferisce a più di 10 lavoratori gli importi della sanzione sono triplicati.

Formazione dei Coordinatori nei cantieri edili

Art. 98 c.3

L’allegato XIV relativo alla formazione dei coordinatori (per la progettazione e l’esecuzione) nei cantieri temporanei e mobili è stato aggiornato con Accordo in Sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano.

Rumore

Art. 190,   c.5 -bis

L’emissione sonora di attrezzature di lavoro, macchine e impianti può essere stimata in fase preventiva facendo riferimento alle banche dati sul rumore approvate dalla Commissione consultiva permanente di cui all’art. 6, riportando la fonte documentale cui si è fatto riferimento.

In tal modo viene snellito l’accesso alle fonti rispetto alla normativa previgente.