Da Bruxelles arriva lo “stop” agli aiuti di Stato per la formazione

Formazione finanziata
Mercoledì, 1 Ottobre, 2014

Il nuovo Regolamento UE esclude la possibilità di concedere sovvenzioni alle imprese per conformarsi alla normativa nazionale obbligatoria

Dal 1° luglio 2014 è entrato in vigore il nuovo Regolamento dell’Unione Europea, n. 651/2014 relativo al regime di aiuti di Stato alla formazione.

Relativamente alla formazione alla sicurezza sul lavoro, il regolamento all’art. 31, comma 2, precisa che “Non sono concessi aiuti per le formazioni organizzate dalle imprese per conformarsi alla normativa nazionale obbligatoria in materia di formazione”.

All’interno di questa rientra certamente la formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro, derivante dall’obbligo di formazione ex art. 37 del D. Lgs. n. 81/08.

Pertanto, piani formativi inerenti la formazione obbligatoria in materia di salute e sicurezza sul lavoro non potranno più essere presentati e la formazione non potrà essere finanziata.

Per quanto riguarda la presentazione dei piani tramite i conti formazione aziendali si stanno attendendo chiarimenti in merito alla finanziabilità o meno della formazione obbligatoria.